La Chiesa di San Giuseppe fu costruita nel 1619 assieme all’attiguo convento dei Padri Scolopi, ed è considerata una delle chiese secentesche più belle di tutto l’Appennino. Fu sottoposta a restauri alla fine del XIX secolo e dopo un ulteriore intervento conservativo compiuto nel 1968, fu chiusa per motivi di sicurezza nel 1990. Riaperta solo nel 2008, dopo un lungo restauro, conserva attualmente molti beni degni di nota:

  • sontuose ancone secentesche in legno intagliato e dorato
  • un organo costruito nel 1649, probabilmente il più antico di Fanano
  • la pala dell’altare maggiore “Ritrovamento di Gesù al Tempio”, datata metà XVII secolo
  • il “ Martirio di Santa Caterina d’Alessandria” di scuola guercinesca
  • il “San Giuseppe Calasanzio presenta alla Madonna gli scolari delle Scuole Pie” di Girolamo Vanulli 
  • Madonna della Ghiara” di Lodovico Lana
  • le tombe dei Padri Scolopi fananesi site davanti all’altare maggiore
  • nella sagrestia sono collocati mobili antichi, stampe settecentesche, oggetti sacri ed un un registro catastale