La Chiesa di San Nicola di Bari è stata presumibilmente edificata sui resti della cappella del castello; citata nei cataloghi delle antiche chiese modenesi del XII e del XVI secolo. A metà del XVI secolo la chiesa era suddivisa in due edifici; la parrocchiale e l’oratorio della Beata Vergine del Rosario. Visto il pessimo stato di conservazione, nel XVII secolo la curia modenese impose un restauro e l’unione in una sola chiesa. La facciata è semplice e suddivisa in quattro lesene sovrastate da un timpano; anche il portale ne presenta uno retto da mensole decorate. All’interno si notano un dipinto del samonese Tommaso Zanantoni raffigurante San Nicola e Santi risalente al 1787, un organo del 1836, un altare in scagliola, una croce lignea dorata e un ostensorio del 1839.


 Bellei-Rovatti, Castelli Modenesi della Montagna, pp 63-64